Manufacturing Technology concept on the gearwheels, 3D rendering

Pressofusione:

La Pressofusione detta anche Fonderia in conchiglia sotto pressione, è un particolare processo di fonderia in forma permanente, in cui metallo fuso viene iniettato ad alta pressione in uno stampo metallico costituito da due semi-stampi generalmente di acciaio.

Stilopress impiega solo presse a camera calda in cui il serbatoio del metallo fuso è inserito in una formace. Il processo a camera calda, grazie alla presenza della fornace, garantirà un maggior controllo della temperatura di esercizio ed elevati ritmi produttivi, infatti il prelievo diretto dal serbatoio rende il processo più veloce e inoltre, considerate le maggiori dimensioni del serbatoio, la lega risulta più uniforme come composizione e temperatura rispetto alla camera fredda, quindi anche la struttura del prodotto sarà più omogenea.

La pressione di iniezione del metallo fuso può variare dai 2 ai 150 MPa a seconda dei casi: la pressione viene mantenuta per tutta la durata del processo fino ad avvenuta solidificazione, mentre delle presse idrauliche garantiscono la chiusura dello stampo anche ad elevate pressioni di esercizio. A garantire il raffreddamento del pezzo, vi è un sistema di circolazione di liquido all’interno dello stampo. Una volta solidificato e raffreddato il pezzo, le presse aprono i due stampi in modo che esso possa essere prelevato.

Il processo è fortemente automatizzato, e dunque ha un’elevata produttività. Inoltre per via della natura degli stampi, i pezzi prodotti con la pressofusione avranno tolleranze dimensionali e finitura superficiale mediamente migliori di altri processi di Pressofusione a camera calda, se il serbatoio del metallo fuso è inserito in una fornace.

I due parametri principali da fissare nel processo di pressofusione sono la pressione e la temperatura. La pressione dovrà tenere conto di alcune caratteristiche desiderate nel processo: una pressione alta favorirà tempi di riempimento degli stampi minori, ottenendo maggiore produttività, mentre pressioni più basse evitano difetti nel pezzo dovuti all’eccessiva velocità del metallo fuso, e inoltre causano una minore usura della forma. I valori alti di pressione permettono inoltre di aumentare la concentrazione massima ammissibile di gas disciolto nel metallo; ciò riduce di molto il rischio che nel pezzo finito siano presenti soffiature, a condizione che la pressione esercitata permanga fino a solidificazione completa del pezzo.

Il gruppo Stilopress inoltre a produzione di articoli dal design particolarmente complesso, al fine per facilitare il riempimento della forma a parità di pressione, adotta la tecnologia della del Sottovuoto, in cui all’interno dello stampo viene creata una forte depressione in modo da avere una differenza di pressione ulteriore nell’iniezione del liquido.

Pulitura:

In funzione delle diverse caratteristiche meccaniche ed estetiche di ogni articolo, il processo di pulitura può essere automatico o manuale.

Per gli articoli di elevato valore estetico, con geometrie complesse, che richiedono finiture superficiali come trattamenti galvanici, verniciatura e/o  PVD il processo di pulitura è una fase cruciale per poter ottenere un prodotto realizzato a regola d’arte ed in grado di soddisfare gli standard qualitativi più elevati. In questi casi è preferibile una pulitura manuale che solo gli artigiani più esperti sono in grado di realizzare.

Processo galvanico:

  • Nebbia salina garantita oltre 220 h secondo ASTM B 117/97 DIN 50021 SS – UNI ISO 9227 NSS
  • Spessori: normativa UNI ISO 2177, con spessori di CU 22 – NI 18 – CR 0,4 micron
  • Shock termico e reticolato secondo la normativa UNI ISO 2819.
Tab content